Welcome to Fisicamente.it

Il tempo non e' quello che conosciamo

Moduli
  • Home
  • Archivio Articoli
  • Argomenti
  • Libro
  • Sondaggi
  • Downloads


  • Vecchi Articoli
    Giovedì, 27 febbraio
    · Kepler scopre 715 esopianeti
    Martedì, 28 gennaio
    · Hawking e i buchi neri
    Giovedì, 10 ottobre
    · Attacco Hacker
    Venerdì, 30 settembre
    · Un po di storia della Fisica
    Sabato, 24 settembre
    · Neutrini iperluminari o contrazione dello spaziotempo?
    Venerdì, 23 settembre
    · Neutrini più veloci della luce?
    Venerdì, 08 aprile
    · E fusione fredda fu...
    Lunedì, 21 marzo
    · Fusilli di luce
    Lunedì, 17 gennaio
    · L'antimateria sui nostri cieli
    Mercoledì, 10 novembre
    · Il neutrino di Majorana

    Articoli Vecchi


      
    Il Big Bang... questo sconosciuto!
    Posted by Fabio on Mercoledì, 04 agosto @ 20:11:57 CEST
    FISICA RELATIVISTICA
    Si tratta di nuovo modello cosmologico che ridisegna la concezione attuale dell'universo.
    L'autore, Wun-Yi Shu, dell' Institute of Statistics National Tsing Hua University di Taiwan mostra nel suo lavoro (http://arxiv.org/ftp/arxiv/papers/1007/1007.1750.pdf) come cambierebbe l'universo se il suo modello cosmologico fosse esatto.



    Innanzitutto niente più Big Bang.
    Questa sarebbe una delle conseguenze più evidenti di questo modello.
    Ma ce ne sarebbero delle altre.
    La velocità della luce non sarebbe più costante, ma cambierebbe nel tempo così pure la costante gravitazionale non sarebbe più una costante.
    Il tempo non avrebbe più inizio né fine.
    Anzi, secondo questo modello, il tempo può convertirsi in spazio e viceversa, così come la massa può tramutarsi in lunghezza e viceversa.
    Infine lo spazio sarebbe una sfera in espansione a più dimensioni.
    Quest'insieme di cose, a noi di Fisicamente.it non tornano nuove...
    Senza toccare equazioni relativistiche, abbiamo mostrato come l'universo sia in realtà una sfera pluridimensionale che si espande, deducendo questo fatto dalla freccia del tempo, ovvero dal fatto che la sequenza passato-presente-futuro non è una sequenza invertibile (si veda il capitolo del nostro libro Lo Spazio e il Tempo presente su questo sito).
    Anzi il nostro modello va ben oltre.
    Non solo dice che lo l'universo si sta espandendo, ma anche le particelle si ingrandiscono insieme ad esso e quindi che ogni cosa (dallo spazio vuoto alla materia più infinitesima) si ingrandisce con un ritmo ben preciso.
    Questo "ingrandimento" non è percepibile dall'interno dell'universo, visto che tutti i punti dello spazio si "gonfiano" con lo stesso ritmo.
    Questo fa si che, su scale ridotte (come la grandezza del nostro sistema solare) tutto sembra uguale e non si nota nessun effetto di dilatazione.
    Invece su scale astronomiche questo effetto ci appare come se le varie galassie fossero in fuga, cioè come se ci fosse stato un Big Bang.
    Questo "gonfiamento" dello spazio-tempo è a nostro avviso è la vera freccia del tempo.
    Se si riuscisse a modificare localmente il ritmo di espansione, si andrebbe ad alterare un equilibrio tra "regione locale" e lo "spazio circostante".
    Per ripristinare tale equilibrio la zona locale modificata dovrebbe spostarsi da sé in un'altra regione dello spazio-tempo in cui c'è l'equilibrio richiesto.
    In altre parole questa modifica costringerebbe quella regione di spazio-tempo a spostarsi in un'altra regione spazio-tempo in cui la grandezza dei punti che la compongono era proporzionale alla modifica indotta.
    Insomma creare un dispositivo che intervenga sul ritmo di espansione locale, altro non sarebbe che creare una macchina del tempo.
    Rimpiccolire un oggetto significherebbe mandarlo nel passato; ingrandirlo significherebbe mandarlo nel futuro.
    Attenzione però.
    Quando diciamo "rimpiccolire" un oggetto non intendiamo dire "comprimerlo", ma alterare lo spazio-tempo in modo da rimpiccolire anche gli atomi e le singole particelle...
    che di fatto è tutt'altra cosa.
    La stessa cosa vale per ingrandire un oggetto.
    Ovviamente, allo stato attuale non esistono metodi o strumenti per rimpiccolire o ingrandire lo spazio-tempo, perché di fatto questa è solo un'ipotesi.
    Può essere un'idea plausibile, visto che spiega l'espansione dell'universo senza tirare in ballo la materia oscura, ma come sempre occorrono delle verifiche sperimentali.
    Ed anche se in futuro si dimostrasse vera, da qui a pensare come poter interferire sul ritmo di accrescimento dello spazio-tempo ne passerebbe davvero tanto.
    Associated Topics

    FISICA RELATIVISTICA

      
    Sondaggi
    A breve il libro: "Il Sotterraneo Di Ferro Di Werner" di Fisicamente.it; quale formato preferite?

    Cartaceo
    PDF
    Cartaceo + PDF



    Risultati | Sondaggi

    Voti 572


    Articoli random

    ASTRONOMIA
    [ ASTRONOMIA ]

    ·Nasa: trovati nuovi pianeti simili alla Terra
    ·“Rosetta e Philae: sono pazzi questi europei”
    ·Simulazione creazione dell'universo
    ·Kepler scopre 715 esopianeti


    Nasa
    ·NASA Telescope Reveals Largest Batch of Earth-Size, Habitable-Zone Planets Around Single Star
    ·NASA to Host News Conference on Discovery Beyond Our Solar System
    ·NASA’s Juno Mission to Remain in Current Orbit at Jupiter
    ·NASA Selects Two Missions to Explore the Early Solar System
    ·NASA Selects Mission to Study Black Holes, Cosmic X-ray Mysteries
    ·NASA, Citizen Scientists Discover Potential New Hunting Ground for Exoplanets
    ·Media Invited to Rare View of NASA's James Webb Space Telescope Mirrors
    ·NASA's MAVEN Mission Gives Unprecedented Ultraviolet View of Mars
    ·Earth's Moon Hit by Surprising Number of Meteoroids
    ·NASA's LRO Mission Presents 'The Moon and More'

    Altro...


    CERN
    Problema momentaneo con i Titoli di questo Sito


    FISICAMENTE.it non è un periodico e quindi non soggetto alla legge sull'editoria 62/2001.

    Copyright © 2000 Fisicamente.it. I diritti di traduzione, di riproduzione, di memorizzazione elettronica e di adattamento totale e parziale con qualsiasi mezzo (compreso i microfilm e le copie fotostatiche) sono riservate per tutti i paesi.

    Privacy

    Developed by Next72
    PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
    Generazione pagina: 0.25 Secondi